Ricerca Avviata

Presentazione

 

L’Istituto “Antonio Serra” ha una antica tradizione nello scenario scolastico napoletano, affermandosi nel territorio come realtà positiva e propositiva e contribuendo a formare generazioni di professionisti stimati ed affermati.
L’Istituto è caratterizzato da una ricca offerta formativa, costituita dai seguenti indirizzi di studio: 1) A.F.M. - Amministrazione, Finanza e Marketing; 2) TURISMO; 3) TECNOLOGICO – Informatica e Telecomunicazioni; 4) LICEO LINGUISTICO.
L’offerta è finalizzata ad accompagnare gli alunni nella scoperta delle loro attitudini e capacità e dei loro interessi, all’acquisizione di saperi e competenze in linea con le indicazioni dell’Unione europea, necessari sia per un rapido inserimento nel mondo del lavoro, sia per l’accesso all’Università che all’istruzione e formazione tecnica superiore.
L’Istituto, nella convinzione che la qualità dell’istituzione scolastica si definisca anche sulla base della qualità dell’ inclusione, garantisce la piena integrazione degli studenti attraverso dei percorsi formativi, basati sulla individualizzazione degli interventi, sul coordinamento e la flessibilità degli stessi, sul sostegno allo studio, sulla continua crescita delle competenze di cittadinanza, che sono il motore imprescindibile per la crescita ed il cambiamento , in una società fondata sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale. 
Particolarmente significative sono le attività di apertura e collegamento al territorio che la scuola favorisce e sostiene da diversi anni con molti progetti ed iniziative in rete.
Attrezzature moderne e all’avanguardia, acquisite grazie a fondi FESR, rendono l’Istituto in grado di rispondere alle esigenze di una didattica di elevato livello ed adeguata ai tempi.
I tredici laboratori, l’aula magna, le biblioteche e le aule attrezzate, dotate di LIM e Smart touch board, diventano ambienti di studio e di apprendimento per una didattica dialogata e partecipata dove si attivano processi in cui gli allievi diventano protagonisti. 
I punti di ristoro presenti in entrambe le sedi, ed il cortile interno della succursale di Gesù e Maria sono punti di aggregazione che facilitano la socializzazione degli studenti.
Il contesto socio-economico e culturale da cui proviene la popolazione studentesca, nella suddivisione tra Liceo, Tecnico Economico e Tecnologico, è eterogenea: le famiglie appartengono per lo più alla media e piccola borghesia (artigiani, commercianti, impiegati ed operai) ma ci sono anche professionisti. Giungono da diversi quartieri della città per la facile raggiungibilità dell'Istituto. 
Negli ultimi anni il numero di allievi stranieri è aumentato per la presenza sul territorio cittadino di famiglie di immigrati provenienti dal continente asiatico (Cina e Sri-Lanka), dal Sudamerica (Brasile, Perù, Ecuador, Santo Domingo), e dall’Est europeo (Polonia e Ucraina, anche prima dell’attuale conflitto). Trattasi di famiglie di immigrati permanenti che lavorano con regolare contratto, integrati nel contesto economico e sociale della città, residenti nel centro storico adiacente ai plessi dell’Istituto Serra per la convenienza economica dei contratti di locazione, desiderosi di conseguire il titolo di studio secondario di II grado per migliorare la loro condizione socio-economica e/o per acquisire competenze professionali nel settore economico commerciale in cui lavorano i genitori. 
Allo stesso modo è incrementato sia il numero di alunni con BES che diversamente abili, accogliendo un numero di studenti che pareggia e/o supera il dato nazionale medio. 
Il rapporto studenti - insegnante è adeguato, nell'organico di fatto, a supportare la popolazione studentesca frequentante la scuola. Tale rapporto è leggermente inferiore al riferimento regionale.
L'appartenenza degli alunni a diversi gruppi socio-culturali ed etnici viene gestita dall'Istituto in termini di arricchimento culturale, confronto e scambio reciproco. 
L'appartenenza a lingue e culture diverse può determinare iniziali difficoltà nella comunicazione, nella socializzazione e nella partecipazione, cui l'Istituto risponde con corsi di lingua italiana per stranieri, aperti anche alle altre istituzioni scolastiche del territorio, mediatori linguistici e culturali al fine di facilitare l'inclusione dei giovani e di semplificare i rapporti con i genitori.
Costante è l'attenzione delle forze dell'ordine, che con la scuola svolgono attività di prevenzione ed educazione alla legalità; di lunga data è il rapporto con l'ASL Napoli 1 per prevenire e gestire situazioni di disagio, di emarginazione e di integrazione.
Numerose sono le associazioni del territorio con le quali l’Istituto interagisce.
Al fine di favorire la scolarizzazione ed il successo formativo, l'istituto ha formalizzato reti verticali e orizzontali con altre scuole del territorio e numerosi partenariati con Enti e Aziende. 
Molteplici sono le iniziative della II Municipalità cui la scuola partecipa. 
La scuola è collocata in un'area urbana densamente popolata dove la crisi economica, aggravata dai periodi di lockdown dovuti alla pandemia da Sars-Covid-2, ha inciso particolarmente, ripercuotendosi sull'occupazione delle famiglie e, conseguentemente, generando nuovi disagi, abbandoni scolastici e dispersione. A ciò si aggiunge l'abitudine delle famiglie degli studenti ad una vita lavorativa e sociale "circoscritta" solo ed esclusivamente nel "quartiere" e nei "vicoli". 
Inoltre, il tessuto produttivo del territorio, circoscritto alla II Municipalità, non offre grandi possibilià di avvicinamento al mondo del lavoro e perciò si è reso opportuno ampliare il "concetto di territorio" estendendolo ed effettuando collegamenti anche con le realtà produttive afferenti alla I Municipalità dei quartieri Posillipo - Chiaia - San Ferdinando.